Generatività: futuro possibile per il Polesine?

Generatività: futuro possibile”: questo è il titolo del convegno promosso dal Movimento Lavoratori di Azione Cattolica (MLAC) della Diocesi di Adria – Rovigo e dall’Azione Cattolica della Parrocchia di Canaro, che si è svolto Sabato 16 Febbraio a Canaro, nella splendida cornice del Museo Virtuale del Pittore Benvenuto Tisi da Garofalo (MUVIG). In un clima famigliare e coinvolgente, l’ospite e relatrice dell’incontro, la Professoressa Laura Gherardi, docente di Sociologia generale presso l’Università degli Studi di Parma e l’Università Cattolica di Milano, ha spiegato a tutti i presenti la genesi dell’idea di generatività e quali spinte sociali ed economiche hanno condotto al suo sviluppo, portando all’attenzione alcuni casi concreti molto significativi. La generatività è un concetto nato dopo la crisi del 2008, quando si è constatato che il modello di crescita in atto non era più sostenibile e portava ad un divario sempre maggiore tra espansione economica e costruzione di legami sociali.(Galleria Fotografica)

Tacere non è più una virtù - La testimonianza di Andrea Franzoso

Sabato 17 Novembre nel Teatro Ferrini di Adria gremito di spettatori ha parlato Andrea Franzoso, ospite dell’Azione Cattolica parrocchiale della Cattedrale di Adria e del Movimento Lavoratori di Azione Cattolica della Diocesi di Adria – Rovigo (MLAC). L’incontro, sapientemente condotto dal presidente dell’AC parrocchiale,  Luigi Ennio, e dal  Segretario del MLAC, Matteo Barion, si è svolto in un clima famigliare, quasi confidenziale. Andrea non ha deluso le aspettative dei presenti: davanti ad una platea attenta e molto coinvolta, ha raccontato per quasi due ore la sua storia di “disobbediente”, che ha avuto inizio il giorno in cui, con determinazione e coraggio, ha deciso di denunciare le ruberie e la corruzione dilaganti ai vertici delle Ferrovie Nord Milano, azienda per cui ha lavorato per molto tempo (Galleria Fotografica).

Maria: Generatrice di Santità - Festa Diocesana dell'Adesione

Generare significa «apprendere la virtù dell’incontro» (Vittorio Bachelet), accogliere l’invito ad uscire fuori da sé per farsi prossimi. Generare è essere capaci di animare la passione verso l’impegno per il mondo, di originare relazioni nuove, di preferire gli orizzonti inclusivi ai confini limitanti. Generare è insomma fare proprio l’atteggiamento materno di chi non si limita a dare inizio alla vita, ma compie il proprio mandato iniziando alla vita, ‘donando alla vita’. In questo anno associativo aderire all’Azione Cattolica significa farsi «generatori di senso» (EG, 73) per gli uomini di questo tempo e avere lo sguardo in avanti, perché siamo tutti chiamati ad aprirci al futuro che ci attende e a cogliere le sfide degli anni a venire. In occasione della festa dell’Adesione, l’Azione Cattolica della Diocesi di Adria – Rovigo si metterà in ascolto del racconto dell’esperienza di una giovane di AC che, di ritorno dalla XV Assemblea Generale del Sinodo dei Vescovi sui Giovani, la fede ed il Discernimento vocazionale, appena conclusa, ci porterà “la voce di tutta una generazione. […] perché la Chiesa (e l’AC) sia spazio di dialogo e testimonianza di fraternità che affascina”e, sull’esempio di Maria, “generi” percorsi di santità. Invito tutti, quindi, a partecipare a 

LA FESTA DIOCESANA DELL’ADESIONE

#motivationmonday

In questo nuovo anno associativo il Movimento Lavoratori di Azione Cattolica (MLAC) vuole attivare una nuova iniziativa: proporrà ogni mese, attraverso i social network e il sito internet dell'Azione Cattolica (www.acadriarovigo.it), una frase, una citazione o un passo per invitare i lettori a una riflessione che possa tradursi in u

Subscribe to Azione Cattolica Italiana RSS