Rubrica MLAC su La Settimana

San Benedetto, lavorare affidandosi a Dio

«Il Signore Dio prese l’uomo e lo pose nel giardino di Eden, perché lo coltivasse e custodisse» (Gen 2,15). Con queste parole la sacra Scrittura pone l’orizzonte entro il quale descrivere il valore del lavoro, collocandolo all’interno della stessa natura dell’uomo quale creatura “posta” da Dio, e quindi in relazione con lui, nel giardino della creazione che ha ricevuto in dono con il compito di coltivarla e custodirla. Il lavoro, allora, si inserisce nelle opere che l’uomo realizza quale collaboratore di Dio definendo l’attività umana a partire e in vista di questa collaborazione con Dio.

MLAC, un lavoro dignitoso tra diritti e doveri

“Benedici Signore il lavoro delle nostre mani” è stato il titolo del momento di riflessione che il Movimento Lavoratori di Azione Cattolica della Diocesi di Adria – Rovigo ha organizzato, Sabato 7 dicembre 2019 presso il Museo dei Grandi Fiumi, in occasione del suo IV Congresso Diocesano e della Festa Diocesana dell’Adesione all’Azione Cattolica.

I relatori hanno accompagnato il pubblico in un percorso sul senso del lavoro partendo da quattro testi della Bibbia presentati da don Andrea Varliero, biblista e parroco della Parrocchia di San Bartolomeo Apostolo a Rovigo, e approfonditi da suor Francesca Fiorese, direttrice dell’Ufficio per la Pastorale Sociale e del Lavoro della Diocesi di Padova, che con l’aiuto della Dottrina Sociale e del Magistero della Chiesa li ha portati nella vita delle persone.

Agenda 2030, piano di sviluppo sostenibile per le persone e la Terra

L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. Essa ingloba 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile che appartengono a 3 gruppi: ambiente, società ed economia.

La dignità dei lavoratori è sempre a rischio

Dal 2008 la Conferenza internazionale dei sindacati promuove, nel mese di Ottobre, la “Giornata Mondiale per il lavoro Dignitoso” la cui idea è stata sviluppata fin dal 1999 anno in cui l’allora Direttore generale dell’ILO (Organizzazione Internazionale del Lavoro) Juan Somavia, presentò il Rapporto “Decent Work”.

Il lavoro dignitoso è un concetto universale che si applica a qualsiasi categoria di lavoratori e mette in luce il ruolo chiave dell’occupazione, con la sua dimensione quantitativa (posti di lavoro creati) e qualitativa (condizioni di lavoro) nella determinazione delle condizioni di esistenza degli individui e nella lotta alla povertà e alla disuguaglianza. La sua realizzazione si basa su quattro obiettivi strategici: creazione di occupazione; diritti dei lavoratori (libertà di associazione e diritto alla contrattazione collettiva, divieto del lavoro forzato e di quello minorile, divieto di discriminazione sul posto di lavoro anche per l’accesso al lavoro); protezione sociale; dialogo sociale.

Pagine

Subscribe to RSS - Rubrica MLAC su La Settimana